Servizio di Valutazione del Rischio da Stress Lavoro-Correlato

Il Centro CE.VA. propone un servizio di Valutazione del Rischio da Stress Lavoro-Correlato come richiesto dall’art.28 del D.Lgs 81/08 e s.m.i. e attività di formazione e informazione diretta a tutti i lavoratori, inclusi dirigenti, preposti e attori della sicurezza, in materia di stress lavoro-correlato (come previsto dagli artt. 36 e 37 del d.lgs. 81/08).
Tale servizio è rivolto ad aziende pubbliche e private, comprese le piccole aziende con meno di 10 dipendenti.

L’emanazione del D.Lgs. 81/08 ha introdotto, accanto alla valutazione dei rischi fisici, la valutazione dei rischi psicosociali. Secondo l’art. 28 del D.Lgs. 81/08 (successivamente integrato e corretto dal successivo D.Lgs. 106/09), infatti, “la valutazione deve riguardare tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’Accordo europeo dell’8 ottobre 2004”.

SERVIZI OFFERTI DAL CENTRO CE.VA.

  • Consulenza sulla Valutazione del rischio da stress lavoro-correlato
  • Formazione sulla tematica del rischio stress, rischi psicosociali, burnout e mobbing
  • Collaborazione dello psicologo con le figure designate alla valutazione stessa (RSPP, addetti SPP, MC, altri), durante le fasi del percorso metodologico, in particolare:
    a) nella fase propedeutica:
    – Analisi del contesto organizzativo dell’organizzazione committente;
    – Attività di formazione e informazione diretta a tutti i lavoratori, inclusi dirigenti, preposti e attori della   sicurezza, in materia di SLC (come previsto dagli artt. 36 e 37 del d.lgs. 81/08). Tali attività contribuiscono allo sviluppo di una strategia comunicativa e di coinvolgimento del personale.
    – Individuazione di gruppi omogenei di lavoratori (per esempio per mansioni o partizioni organizzative).
    b) nella fase preliminare:
    – Contribuire in qualità di facilitatore della comunicazione all’interno del Gruppo di Valutazione, durante la  fase di discussione per l’interpretazione degli indicatori della lista di controllo;
    – Collaborare col DL all’individuazione delle misure correttive da attuare in base alle criticità rilevate.
    c) nella fase di Valutazione approfondita sulle famiglie di fattori previste dal documento della Commissione consultiva:
    – Scelta e applicazione di strumenti per la valutazione della percezione soggettiva dei lavoratori, quali   questionari, interviste semi-strutturate e focus group, utili a caratterizzare, su basi scientifiche, la percezione dei lavoratori relativamente ai “fattori di contesto e di contenuto del lavoro”.
    – Attività di formazione ai lavoratori come misura di intervento correttivo in base alle criticità emerse dalla valutazione del rischio da stress lavoro-correlato;
    – Interventi di prevenzione dello stress
    – Relazione sull’esito della Valutazione del rischio da stress lavoro-correlato da allegare al DVR
    – Valutazione dei casi di singoli lavoratori che nell’ambito della sorveglianza sanitaria facciano richiesta al     Medico competente per il rischio SLC, ai sensi dell’art.41 del d.lgs. 81/08 s.m.i.
    – Assistenza psicologica ai lavoratori